Archivi categoria: EVENTI EVENTI

LA FESTA IN MASCHERA DELLA REPUBBLICA

15 Agosto, si celebra la Festa della Nostra Repubblica e quest’anno il leitmotiv della celebrazione sarà: “Il ballo in Maschera”.
Giornata all’insegna della goliardia, dello spirito patriottico, giornata della vela, sport nazionale dopo le bocce e il quaquaraqua, giornata che come tradizione vuole, termina con la sagra della griglia, del vino e della musica. La giornata iniziò con euforia e con il nervosismo che si può trovare solo nei preparativi di una grande regata.

La 3 Isole giunta alla 67^ edizione, è ormai la regata simbolo del Circolo Velico più importante della Repubblica. Per i cittadini Montecolesi, è il momento di far vedere la propria abilità e di accaparrarsi il Titolo di Vincitore della 3 Isole, per qualcuno è il momento di tirare le somme sulle performances estive di questo 2020, altri non usciranno nemmeno in barca per fare almeno un giorno di vela free. Purtroppo il lockdown per il COVID ha fatto iniziare tardi le tenzoni belligeranti (anche in campo velico) dei nostri veliste. Forse proprio per questo motivo, già dalle prime ore dell’alba, il Circolo pareva risvegliarsi dopo un lungo inverno o come ripresosi dopo mesi di una malattia devastante (ma questa è un’altra storia), tutti si preparano, chi con vele sottobraccio, chi con panini sotto mascella, altri faldoni di bandi di regate storiche sottoascella o istruzioni di come si arma un laser o un SUP sotto il sellino della moto. Gli altri ancora, armano barche proprie o prestate, o trovate all’ultimo momento, magari in un cespuglio.

Passò il discografo teutonico ansioso e fremente a tal punto che si sloga la spina dorsale sopra la prima crocetta. Rientrerà con un principio di insolazione che lo fa tornare normale, poi finisce anche quella. Certo è che se le preparazioni le faceva il giorno prima era tutto più facile, (machellodicoaffà).

Tante vecchie glorie della I^ Repubblica si riuniscono in equipaggi su barche profumate di Dash e timonate da fantasiosi skipper. Molti si travestono da skipper, alcuni da jennaker altri da giudice, altri ancora da ospiti della regata ed altri cercano di entrare in tutte le fotografie dei paparazzi per poter apparire sui tabloid a ruba del giorno dopo.

Mentre tutti gli atleti si preparano, dalle tribune vediamo arrivare anche il famoso giudice Mario Panemela vestito da skipper che parla con uno skipper travestito da giudice suscitando le proteste degli altri partecipanti travestiti da velisti.
Le barche sono già in acqua ed un giudice travestito da tromba da il via. Tutti i partecipanti della regata in maschera fanno rotta verso Peschiera per la circumnavigazione antioraria dell’arcipelago Sebina che per l’occasione si traveste da Favignana. Intanto nella Piazza principale della Repubblica la mondanità fa capolino, iniziano a formarsi capannelli di cittadini e “siure” che condividono aperitivi e lauti branch travestiti da piatti gourmet. Le prime bottiglie si stappano e le gole si rifocillano.

Nella Repubblica già cresce il clima elettorale, le temperature risalgono e gli animi e le ascelle si pezzano così come i programmi dei partiti in lizza. (ma questa è un’altra storia

C’è chi riappare solo in questi frangenti per poi eclissarsi per il quadriennio (ma anche questa è un’altra storia).
Torniamo alla regata che viste le propizie condizioni meteo fila veloce. Il Dolphin della Israel Sailing Accademy fila più di tutti e parte spedita. Lascia tutti alle spalle si traveste da Isola di Loreto e fa sbagliare gli altri avversari.
Tra i favoriti alla vittoria c’è anche la barca immagine del PMI che però sfigura arrivando con due legislature di ritardo.
L’armatore travestito da skipper si sbatte per restare nella scia dei primi in fine regata, si travestirà da Panemela e tenterà di ribaltare la classifica ma non riesce a stamparla (nonostante si travesta da toner). Alla fine non gli resta che travestirsi da ospite d’onore, poi da tavolo dei premi, infine da primo premio entrando cosi nella storia delle 3 isole come il miglior travestito della Repubblica.

Altre barche partecipanti alla regata: Jo Condor di Onesto Sbranai travestito da uomo calmo con il solito Cibitondi e l’avvocato di famiglia, vestiti ancora da naufraghi, che si piazzano in 10^ posizione.
Poi la barca dei vignaioli che si accaparra il potere spirituale Don Giorgio Bosco vestito da papa in visione mistica costante e due chierichetti di passaggio travestiti da Vulcano con lapilli. Il J92 si piazzerà 13° assoluto per un travestimento dell’armatore in tattico. Vincerà però il premio barca con i fiocchi.

Il presidentissimo travestito da Giorgio Armani si piazza in 7^ posizione perdendo tempo nell’organizzare una sfilata di moda su Jack Sparrow. Il II° Pret a porter on boat.

Lunghi i preparativi per la barca della mischia Rovatese. Dopo aver assunto un gruppo di Sherpa carica le provviste per la Trans Ocean.
Al via, fatica a partire per sovrappeso, poi gettando i viveri in acqua e bevendo le scorte recupera ed arriva quasi penultima.

Ultima in classifica dopo un tete a tete con un naet dell’Isola è la barca di Dario Abbece charterizzata dal discografo teutonico già rosso gambero che si traveste prima da armatore, poi da tattico poi da skipper ed alla fine da Winch. A bordo, il tattico più famoso della Repubblica, il Professor Checcifò non trova più nulla da mettersi e deve iniziare la rivoluzione, si veste perciò da bompresso ma non è abbastanza e si alesa le mani. Il resto dell’equipaggio si veste da sassola e da ombrinale per la vergogna. Non penso rivedremo mai questi due.

Tutte le barche fuori dall’acqua e tutti vanno casa a cambiarsi per la serata di gala.

Per dimenticare i dispiaceri, le sonore sconfitte e il travestito, tutti hanno gustato la grigliata, hanno gustato la musica hanno gustato appieno questa giornata in maschera del Circolo Velico più vivo del mondo (almeno fino alle prossime elezioni).

Share This
Facebook

ELEZIONI ALLE PORTE

Elezioni politico-amministrative sempre più vicine.

Siamo in scadenza “contratto” per Vitalix I° “il Cosmico” che chiude il suo primo mandato con la possibilità datagli dalla legge di poter essere rieletto e governare la Repubblica di Montecolo per i prossimi 4 anni.

Ma cosa potrebbe succedere l’anno prossimo durante la sessione elettorale?Quali altre alternative possono nascere e confrontarsi con la positività del Governo uscente? Un Governo che si è doprato per riportare in positività le casse del Ministero delle Entrate (con l’aiuto del precedente governo Cipollotto), si è protetto dalla furia del Virus che, attanagliava la vicina Italia, con un piano responsabile e di sicurezza ad hoc, salvaguardando il territorio con una dura linea dal lockdown di tre mesi alla chiusura dei servizi e delle fabbriche che ancora vige.

Ora che tutto si stà calmando, ora che la vita della Repubblica si stàriprendendo con la consapevolezza che ancora la “bestia” non è stata del tutto sconfitta, si pensa già al domani, ci si fa in quattro per organizzare sane (e non) regate per allietare i cittadini annoiati dal lungo lockdown e stressati dalle regole restrittive dettate da federazioni fin troppo, a parere di tanti, burocrate per la prevenzione COVID. Regate che oltre ad allietare le menti, rimpingueranno le casse del Ministero Dazi e Balzelli già ben ingrassato dal sensibile aumento dei nuovi cittadini e dal parco macchine esaurito.

Ora la voce passa già alle correnti politiche, populiste e separazioniste che nonostante la Sicurezza Nazionale metta a tacere, sempre si fanno in quattro per sobillare e zizzaniare il popolo felice di Montecolo.

Passiamo a vedere immediatamente le forze politiche che scenderanno in campo per le prossime elezioni.

In Primis, secondo prassi, dovrebbe esserci il PMI (Partito Monarchico Indipendente) che da 3 legislature cerca di riprendersi il potere avuto per decenni. Pochi ormai gli iscritti a questo storico partito del Post Quaggiottico. Poi abbiamo il PMI (Populista Ma Indipendente) che porta i diritti del popolo in palmo di mano ma, i dirigenti del partito dissentono sul dare il potere al popolo stesso.
Terza potenza il lizza è il PMI (Polemica Montecolese Incipiente) che nacque pochi anni fa e vive sul passa parola e sulle polemiche sterili che alimenta e che spadroneggiano tra i tavoli imbanditi dei ristoranti della baia. Non tanto diverso nei contenuti è il programma del PMI (Più Monente Intasca) che querela tutte le forze e le potenze che, sottobanco, regolano la vita dei comuni mortali incoscienti, a loro dire, di quello che stà succedendo o meglio che fanno succedere per tutelare ed arricchire le casse della casta. questo movimento accusa un po’ tutti dalla CIA alla LIPU, dalla Galbani ai Laboratori di ricerca cinesi, di proprietà Americana. Altro movimento di pensiero è senz’altro il PMI (Pensiero Mondiale Incompreso) che si fa portavoce dell’ideologia astratta di Piero Pensiero e le teorie sulla nascita della specie umana sulla terra e del terrapiattismo Montecolese. Finiamo le liste elettorali con il PMI (Padania Mediocre Incompetente) piccolo movimento fermo al 1% di adesioni che trova più consensi nella vicina Italia e che tenta il balzo populista dentro i confini Montecolesi.

Il Partito leader delle elezioni del prossimo marzo 2021 sarà ancora il F.T.D.F.A.T. (Fermi Tutti Dobbiamo Fare Ancora Tanto) che si presenta con un programma ricchissimo e fermato nella realizzazione per colpa del COVID. Vi rimandiamo perciò a marzo per i primi pool e la serie di Tribuna politica Montecolo.

Per conoscenza vi proponiamo la Tribuna Politica del 2016

un buon proseguo dell’estate a tutti i cittadini Montecolesi

Demerito Ausilio

th
articolo di repertorio

          TRIBUNA ELETTORALE 2016

Dagli studi di TRM (TELE RADIO MONTECOLO) trasmettiamo la prima Tribuna Elettorale della storia della televisione Montecolese. –

Buonasera da Demerito Ausilio, moderatore della prima Tribuna Elettorale Montecolese. –

Parleremo oggi delle imminenti elezioni del Consiglio dei Cittadini, illustreremo i candidati più interessanti di questa tornata di elezioni e presenteremo alcuni partiti che si sono iscritti entro i tempi previsti dalla legge e in regola con il pagamento dei dazi doganali, i tributi ed i balzelli e con passaporti legalmente rinnovati.

Come primo ospite di questa tribuna abbiamo l’onorevole Palla Ratter, segretaria del partito M5S (Mangiare 5 Scatolette).

Buonasera Onorevole Palla, subito la prima domanda: il suo partito si candida per la prima volta al Consiglio dei Cittadini di Montecolo, quali sono le vostre richieste e quali invece le vostre proposte?

“MIAO MIAO MIEW SMIAOUW MIAO MIAO FRRRR FRRR MIAOW M.I.A.O. MIAO MIAAAAO MIAAAO MARAMAO”

Abbastanza chiaro per gli abitanti di Montecolo, ma tradurremo per gli ascoltatori del resto d’Europa. Palla Ratter di origine Greca, come si può facilmente dedurre dal suo accento, chiede, a nome del suo partito,

1 più pappa in inverno e due coccole ogni lunedì.

2 il riconoscimento ufficiale dei “vigilantes” (repubblichini) che sempre si adoperano per fornire libaggioni o finanziamenti che dir si voglia presso la nostra sede, (oggi ad opera di un burbero ristoratore e di un clochard baffuto che quotidianamente pattuglia l’area).

3 Considerando poi, il servizio svolto da anni nella derattizzazione della baia, l’onorevole Palla pretende di avere una presenza fisica nel consiglio e più responsabilità e quindi la voce in più per le minoranze etniche della Repubblica.

4 il ritorno alla legge che bandisce i cani nel territorio e l’ingresso a numero limitato per tutti i cittadini (e amici dei cittadini) di età inferiore ai 6 anni. Grazie, Onorevole, diciamo che ora Lei stà lanciando un attacco ai Ciellini. Il partito CL, dei Cani Liberi, si coalizzò 8 anni fà con il partito FTQSRC (Fermi Tutti Qui Si Rifa da Capo, (attualmente al governo, dopo un ampio successo alle urne e il 99,09% dei seggi) e che già alla prima riunione del Consiglio fece passare senza fatica la libera circolazione dei cani e dei minori 6 anni senza museruola entro i confini della Repubblica, norme mai prese in considerazione dai precedenti governi e non simpatizzate dall’altro partito di minoranza ML (Minorenni Liberi). Ci dica, Onorevole, quali sono le vostre paure sui partiti in lizza e sul voto di sabato: “MIAOOOO MIIIIAOOOOO MIAAAAAAOOOO FRRRRMMMIUEW” Traduciamo immediatamente:

Bhe mi auguro che vinca una Lista di continuazione senza troppi ribaltamenti interni anche se le ultime notizie di candidati allo sbaraglio mette un po’ di agitazione tra le mie file e quelle del mio acerrimo nemico Whisky della collina Montecolese. Si sente una certa elettricità nell’aria (dovuta pensiamo alle dispersioni della linea che incrementa bimestralmente la bolletta della luce NDR), una voglia di cambiamenti ed una paura di cambiare mimetizzata dalla poca voglia. Tra i partiti oggi presenti vedo in crescita il PCI (Partito Catamarani Immobili) ed il CV (catamarani in Volo). Se poi l’ UDC (Unione Dei Catamarani) riuscisse a ricucire la scissione interna avvenuta pochi anni fà, potrebbe creare un partito che potrebbe rubare voti di “protesta”. Poi c’è il PLI (Partito dei Laseristi Intrepidi), la DC (Dinghy Contenti) sempre più marcata la sua presenza nella vita della Repubblica, C’è FN ( Fronte Navigante), AN (Avanguardia Nostromi) piccolo partito autonomo, il PDUS (Partito Degli Ufetti Sebini), il PRC (Partito di Rifondazione Cabinati) che sempre è rimasto fuori dai giochi di potere ma nuove presenze tra le alte dirigenze del partito faranno si che questa volta possa partecipare significativamente alla vita politica della nazione. Abbiamo SEL (coalizione Sup e Laser), l’ SBM (Solo Bere e Mangiare) gruppetto di idealisti poco populisti e il PM storico Partito Monarchico. Come si può vedere le forze in campo sono tante, tutto è nelle mani dei cittadini. e come disse il grande Antonio De Curtis: “ VOTA BEPPE VOTA BEPPE!

Share This
Facebook

MA A COSA SERVE LA “A”?

CONSIGLI DI PREVENZIONE COVID

Tenendo presente l’ultimo gruppo di leggi post-Covid per decisione del potere del governo vigente, 

SI INDICE

che non è più doveroso l’uso del finto volto di protezione comunemente d’uopo in interventi chirurgici purchè il percorso  inter-esseri viventi si fissi oltre il metro. 

Ricordo comunque che è vigente quello dell’uso nei posti pubblici e il consiglio è di non uscire sprovvisti di codesto oggetto e riporre lo stesso complemento in uso negli interventi chirurgici, nel luogo dove di solito è posto il telo di cotone in uso per pulirsi  proboscide o pretubero del viso dell’uomo o nel di sesso opposto.

Consiglio d’obbligo è l’uso del prodotto per disinfezioni dell’estremo pezzo prensile posto subito dopo il polso, 

DEMERITO SUSSIDIO

Share This
Facebook

DISFATTA PRESIDENZIALE!!

PRIMA POMERIDIAN-CREPUSCOLARE DEL CIRCOLO A.N.S.

Nuovo evento velico del Circolo più ricercato di Montecolo. Importante per il valore degli skipper invitati, importante per il fatto di veleggiare all’estero, per la precisione nella vicina Italia, importante per dare continuità a questa fase 4 di riapertura degli eventi goliardici Montecolesi.

Campo di regata sul Lungolago di Iseo. ridente cittadina Italiana che si affaccia sul Nostro lago. Un triangolo isoscele di una bolina e due laschi da percorrere 3 volte per le imbarcazioni munite di gennaker, 2 i giri per le vele bianche e 15 giri per le imbarcazioni dotate di gennaker ma che nessuno dell’equipaggio ha la minima idea di come usarlo.

Comitato di giuria di eccezione: il Ministro della propaganda Ausilio come ufficiale di regata che viene affiancato da un imprenditore di successo e consorte come segretaria.

Al via subito un ingaggio in boa tra i due ufo 22: Jack Sparrow timorato da tutti e con zavorra nientepopodimenoche Vitalix I° il Cosmico che chiama acqua al secondo Ufo22: Era Ora timorato da Dario Abbece con tattico il Ministro del turismo e Gogliardia Professor Checcifò ed un radiolina sintonizzata male al fiocco. Sfila invece tra i due litiganti H2O Chiara che come un razzo si dirige verso la prima boa passandola per primo. poi il Presidentissimo, Abbece con la radiolina alta, Hurly Burly con un vegano ed un alcolista anonimo. Skipper il solito Sgualdrina Lungia. Nelle retrovie Norma e la gatta inseguono il quartetto in fuga ed il rev. Tarcisio con la sua perpetua di fiducia ed un chierichetto si attarda su un cono gelato della gelateria Amalfi su Pentirommi 2.

Nei due laschi Jack Sparrow (timonato da Lostorto) passa liscio H2O ma sbaglia la boa del primo giro, Abbece tenta 42 volte di passare H2O ed alla fine ci riesce accendendo il motore ed abbassando la radio. Coreografico il gennaker a caramella di Hurly Burly che strappa un ovazione dagli spettatori assiepati sul Lungolago Iseano.

Pentirommi 2 segue lento la regata e si perde qualche posizione cercando nelle vaste stive pontifice il gennaker sindone ingiallita ma trovato non si ricordano come issarlo e lo “rimettono” nelle mani del chierichetto.

Secondo giro tutto invariato: Jack Sparrow timorato da Chivali Irata sbaglia ancora la boa ed inizia il terzo ed ultimo giro, Abbece lotta ancora per passare un SUP e si fa anticipare in dirittura, Hurly Burly scarta la caramella gennaker del Solito Blu e si avvicina ad Abbece mentre passa il Colosio con H2O Chiara che taglia il traguardo ma prosegue per il terzo giro per battere anche moralmente il Ministro del Tesoro Abbece. Pentirommi 2 benedice il lungolago e taglia il traguardo ultimo degli Apostoli. Nessun commento da parte del Presidente Vitalix I° che giustifica il terzo posto in generale con : “Io non timonavo.”

Rientrano tutti in territorio dove la solita festa di gala riceve gli equipaggi Montecolesi. Tutti contenti anche perché si sono scaricate le batterie alla radio. Ricordiamo gli appassionati che questa veleggiata non rientra nel trittico notturno che invece ritroveremo il 3 agosto al GodeteVela tra le onde amiche della Baia per la seconda giornata “LUNA RIPIENA”.

Ciao a tutti Sam Pellegrino

Share This
Facebook

Inizia alla grande la stagione agonistica ANS 2020

Pronti a posto VIA!

Riapre dopo la pausa invernale il circolo velico più famoso al mondo. L’ANS inizia con un botto, una grande adesione di velisti professionisti over age. La grande flotta dei Dinghy inaugura l’apertira dell’attività velica in una giornata di sole, di vento e di convivialità. Si risveglia anche il circolo minore del nostro Lago Migliore con l’invernale UFO 22. Il circolo Minore di Sarnico dopo la prima giornata di regata si ritrova nel nostro circolo per la cena di classe. La scelta della lovcation per la cena al circolo ANS è stata obbligata per l’assenza di posto di ristorazione presso il circolo di Sarnico dovuta all’ampliamento ulteriore dei bagni e spogliatoi del Circolo.

La giornata del sabato ha visto il Negus in forma spettacolare dovuta alla ferrea dieta che gli ha giovato la perdita di 2 etti e 7 grammi fissando alla prova del peso un tondo 115 kg eguagliando il peso dell’imbarcazione.Positiva la giornata di “Negri il Negus” che porta a casa tre prove su tre, tutti i salami (gadget della regata) e le quote di tutti gl’iscritti alla regata annullata di domenica. Ampio bottino per il campione che lascia il circolo ANS con il sorriso sulla bocca. La classifica attuale del Campionato autunno inverno Dinghy vede al momento in testa proprio lo scudiero nonchè finanziatore del Negus: Pellegrini alis Sorriso. Nell’invernale UFO 22 il nostro Presidentissimo ottiene un 1° un 2° ed un 3° posto.

Diversa inizia invece la domenica Montecolese. Il buon giorno lo da il Ministero della Sanità Montecolese che indice uno stato di allerta Corona Virus su tutto il territorio della Repubblica. Annullamento della regata Dinghy, allontanamento dei velisti filo-milanesi. Tutto il carrozzone Dinghy esce mestamente (tranna il Negus) dalle frontiere nostrane. Escono pure le nuove leggi di prevenzione e profilassi: proibite le riunioni sociali di più di due persone, vietato uscire n barca se non con singoli o windsurf, assembramenti in segreteria sono sconsigliati nonostante il clima rigido di profilassi nel locale amministrativo, vietato sussurrare nelle orecchie e starnutire in faccia agli antipatici, sospese le funzioni della parrocchia episcopale,evangelista, psicoprudenziale esacostale Montecolese dopo l’annuncio del suo vicario fondatore Don Bags,  obbligo della mascherina anche durante il carnevale che impazza tra le vie affollate della baja. Esonerati dall’uso della mascherina: il capo posaboe Treccani perchè non ne ha di bisogno ed il barista simpatico per inutilità della norma. Il Ministero della Sanità divulga un’opuscolo sulle norme di prevenzione al virus sottilineando che l’alcool e gli aperitivi, rallentano lo svilupparsi delle malattie e sono sicuro appoggio alla lotta degli anticorpi. La guardia della Repubblica sta pattugliando le acqua territoriali. Comunicazioni sugli sviluppi dell’epidemia nei prossimi giorni.

Share This
Facebook

LA NOTTURNA SI FA LUCE ED APRE LA STRADA ALLA 3 ISOLE

Resoconto delle notturne a cura di Sam Pellegrino della rubrica STRIPPER di TELETANTO

Termina il campionato notturno organizzato dal Ministero della Propaganda nella persona di Demerito Ausilio.

Il trittico notturno iniziato a giugno con la prima luna piena d’estate con la prova         PRESTO SI FA BUIO, vedeva la vittoria inaspettata della bocciofila Rovatese su Rebelot seguita dall’ Ufetto Presidenziale Jack Sparrow, seguiva poi il famoso Jo Condor, famoso per altre avventure già narrate a denti stretti.

La seconda prova a Luglio: IL BUIO SI FA PESTO, è la seconda sorpresa di queste notturne. Il  Petite Bleu del Reverendo San Giorgio Bags della chiesa pentecostale di pentimento e soffrimento prolungato, acquista sulla piazza uno dei migliori skipper in attesa di ingaggio. Parliamo del tattico skipper e reverenziale Prof Marinello Checcifò che con strategia ed una buona dose di culo vince prepotentemente la prova sfilando il Presidentissimo e Hurly Burly. Nel terzo ed ultimo appuntamento con la luna di Agosto: TI PRESTO IL BUIO, viene modificato il regolamento di Veleggiata. Una partenza per tre prove: una prova, un giro, un giro, una prova, un una prova giro. Con questa formula ci si aspettava un rivoluzinamento di classifica ed all’inizio è proprio così con un Jo Condor timonato da Rena ed assistito da Venerdì e da Robinson Crusoe. Mancva nell’equipaggio il folkloristico Alverman Fico, ammiraglio di Lungo Corso.

Dicevamo che passa primo alla prima tornata con due ore di vantaggio sul secondo Petite Blue ma per una scelta approssimativa di Venerdì, termina la seconda prova con 7 minuti di distacco dal primo: Petite Blue che vincendo tatticamente la terza prova, si aggiudica il campionato dei Chiari diLuna. Il Reverendo Armatore beato martire San Giorgio, si era appena ripreso dall’euforia della vincita della seconda luna il mese precedente e sviene dall’emozione bestemmiando in aramaico antico con l’approvazione del Ministro della Propaganda.

Ora di seguito mandiamo la classifica finale del trittico e rimandiamo per le premiazioni alla tacchinata di dicembre, appuntamento culturale della Repubblica.

Bellissime regate che fanno da apripista alla ben più famosa 3 isole 66^ edizione intitolata al pioniere della nostra Repubblica mancato recentemente: il Senatore Von Quaggiotti.

dal Lago di Montecolo è tutto e ci risentiamo per i risultati della 3 ISOLE.

Un saluto alla Federazione Vela Trentina di Arco ed all’amico Pellagra che non viene mai a trovarmi.

SAM PELLEGRINOShare This
Facebook

QUANDO UNA STORIA FINISCE AL MEGLIO

Finisce bene l’avventura del trio di comici che s’inventano un uscita in barca a vela nel posto sbagliato nel momento altrettanto sbagliato. Finisce meglio la triste avventura della barca che dopo essersi arenata sulla “Spiaggia delle Megattere Attonite” presso la città suddita della nostra Repubblica. Dopo gli sforzi di alcuni concittadini, che con le proprie imbarcazioni, tentarono lo stesso giorno di salvare baracca ma soprattutto i burattini da un fine ingloriosa e lasciandoli solo con uno strascico di risa e commenti non del tutto seri.

Avevano iniziato per primi il bidello dell’Università di Montecolo con il Barone la Mummia e il ristoratore del ristorante più polemico della Repubblica che, a bordo di un gommone ricognitore del nostro Democratico Esercito, riuscivano sfidando le onde sarnegherasche a trovare i tre comici e indurli a male parole a ripararsi sulla terra ferma in attesa di tempi migliori. Questi tempi arrivarono dopo un’ora quando bordo del rimorchiatore incursore Lumaca tentarono di tirare fuori dalla secca Jo Condor. A bordo di Lumaca si trovava il giudice Gennaro Olivieri Treccani ed il manager del trio nonché armatore a percentuale della megattera. Subito il Treccani si tuffa con una cima tra i denti e raggiunge in tre bracciate la barca. Senza l’aiuto dei comici, lega un’estremità del filo di refe a Jo Condor e dopo una doppia sicura, un parlato e cinque gasse ad opera del mago dell’ormeggio Alverman Fico, Lumaca tenta di strappare la barca alla sabbia infame di Sulzano ma non si accorgono che il secondo miglior ormeggiatore della Repubblica, il Barone, lega la seconda estremità del filo di refe all’elica di Lumaca scambiandola per un verricello di precisione ad onda costante. Purtroppo le condizioni del lago non sono ottimali e il tentativo fallisce. Lumaca torna al porto con gli incursori mentre  i tre guitti montano un campo base per la notte.

Ma veniamo al giorno due, giorno fatidico per le sorti degli “umoristi” e della Megattera Jo Condor. E’ proprio il manager dei “commedianti” che assume tre mediani di spinta, una seconda base, la traversa di una porta, un’ala destra ed un diretto incrociato. elementi questi della bocciofila rovatese in ritiro sul Sebino Italiano per tentare con la forza di disincagliare dal calcare che ormai attanaglia la chiglia di Jo Condor. Dopo sforzi immani, il tutto si risolve durante il terzo tempo.

Jo Condor ritorna a galleggiare e si ritira paonazzo nei cantieri della vicina Italia. I tre faceti riprendono la tournée per il Sebino e tutti si dimenticano del successo.

Grande assente in sala regia, da dove un gruppo di anchorman seguiva le operazioni di salvataggio, il Commodoro Cacciaballevarie di Compagniabella.

La vita di Repubblica torna normale i guitti non si sono più visti e al Godetevela inizia il primo FESTIVAL DI MUSICA DA CIRCOLO VELICO DAL VIVO.

Inizia da Giovedì 8 agosto con i MIDNIGHT RAMBLERS poi il 9 agosto il ritorno del blues con Benzo Cervi & company domenica 11 agosto aperitivo musicale con I GPS trio (se ci trovano), arriviamo per la serata di gala per soli soci e cittadini Montecolesi del 15 agosto con Cecilia Carta e Swing me trio. Chiudere il Festival di Musica da Circolo il 16 agosto il duo Cek and Habbott chitarra ed armonica.

Per oggi è tutto vi salutano dalla redazione Demerito Ausilio, Sam Pellegrino che regaleranno durante il Festival di Musica, una maglietta ed un paio di scarpe a tutti i Filippini e Sud Coreani presenti.

Ciao a tutti, un saluto a Pelagra ed agli amici di Arco di Trento

 Share This
Facebook

RIPASSO SOTTO UNA SARNEGHERA DI PAPINE

Una potente Sarneghera si è abbattuta sulla vicina Italia toccando le terre libere di Montecolo. Scroli sul palero e venti di breve e lentità hanno schiaffeggiato la nostra penisola per un tempo relativamente lungo e con lo stesso numero di molecole di uno stuzzichino al cubo (secondo la formula magica di Alverman Avogadro Ficoe le sue moli. Ammiraglio di lungo corso recentemente bocciato (a ragione) alla facoltà di nostronomia )

L’arrivo dell’uragano Alfio era previsto dalla prima mattinata ma un manipolo di velisti sfida incurante le raccomandazione della torre di controllo dell’aeroporto Luca Porro di Montecolo. dopo un frugale pranzo con altri velisti concittadini più scaltri, arma lo scafo Jo Condor attualmente impegnato nella combinata notturna GodeteVela. con un po’ di difficoltà entra nell’occhio dell’uragano issando la randa per 75 secondi, sarà proprio l’uragano Alfio a calare la randa, il fiocco e le mutande dell’equipaggio composto dal noto chirurgo Biuttu, il legale a lui più vicino, l’Ammiraglio Fico, tre moli e Alverman Avogadro al fiocco. Aprofittando della vicina costa Italiana ripassano l’ostica materia dell’ormeggio con vento e onda e la posa sull’invaso a terra senza invaso dove l’Ammiraglio è particolarmente esperto. Seguono la manovra il direttore del ristorante e sergente del pluripremiato    Rescue Team Montecolese, affiancato dal bidello della facoltà di nostronomia ed il Barone La Mummia.

Il temporale offre ai testimoni ilari dell’impresa i crudi profumi della pioggia sul lago, l’odore di volpe bagnata che impregna l’acqua rarefatta, il rumore sordi dei ciocchi dell’imbarcazione sul muro e le urla di hurra dalla vicina Sulzano (repubblica succube di Montecolo). Lo spettacolo che viene offerto al termine dell’impresa, per altro fallita, ricorda  le imprese delle golette montecolesi durante le guerre Pudiche del pre sguratico.

La dimenticanza del posizionamento dell’invaso fa si che Jo Condor resti sdraiata come una megattera in fin di vita, stormi di avvoltoi compiono già cerchi concentrici sulla preda, forse attirati dal crudo odore della morte o forse dalle rise del Rescue Team.

Interviste a freddo all’equipaggio indicano la scarsa applicazione allo studio ed alla pratica costante. il Direttore dell’Atheneum Navigandum Sebinus del periodo estivo: il Professor Checcifò dichiara: “dovevano calare la randa e navigare con il fiocco per non rendere ingovernabile l’imbarcazione seguendo la famosa teoria del tutto è maggiore della somma delle parti” ed è Alverman Avogadro che risponde fermamente smentendo il rettore temporaneo con : ” alt un attimo, se seguiamo la tesi del tutto maggiore della somma delle parti noi dovevamo ammainare la randa e tenere il fiocco issato per rendere la nave governabile”. Perciò atmosfera tesa nel circolo più blasonato della Repubblica Indipendente di Montecolo tanto che il Presidentissimo Vitalix I° il cosmico si reca di persona sul luogo del fatto con attrezzature professionali, palloni eliostatici e gognometri di precisione puntualizzando che l’ormeggio è stato fatto sotto tutti i santi crismi, per adesso toglieteli da li sotto.

Da Montecolo è tutto alla prossima Sarneghera

UNA SALUTO AGLI AMICI DI ARCO DI TRENTO ED AL PRODE PELAGRA

SAM PELLEGRINOShare This
Facebook