Archivi categoria: NON SOLO ANS

Presentata la nuova stagione estiva Montecolese.

Con orgoglio e con il ristorante più famoso della baja Montecolo, il Ministro della Propaganda Montecolese nella persona di Demerito Ausilio, presentano:

RidESTATE V. 2.0

Estate in tutte le Repubbliche soggiogate o meno del Lago Migliore dopo la nostra ridestatevi 2.0 guardiamo cosa succede in giro:

DisinfESTATE v 2.0 è il nome dato alla stagione estiva 2020 del circolo minore Atalantino del Basso Lago Migliore,

TESTATE tutto l’anno sarà l’estate dei Circoli dell’alto Lago di Montecolo restii sin dai tempi di Neanderthal ad una condivisione estiva dei progetti velici.

PodESTATE 2020 della Repubblica di Iseo, a cura della Presidente in carica.

RESTATE ancora là è stata presentata dalla Federazione Velica di Arco del Lago Minore che, sempre spalleggiati dallo statuto speciale, come “il malghese della malga che non si amalgama mai con la gente” dell’altro Lago resta sulle sue….sponde.

InchiESTATE 2020 facile titolo per la stagione 2020 del Circolo dell’Alto Lago Minore che vince la gara di diritti sul nome contro il circolo hotel trattoria e bocciofila di Campione del Lago Minore.

RESTATE con noi nella repubblica soggiogata di Sulzano.

Molto fantasiosi e ricercati i nomi delle stagioni estive dei vari circoli lacustri. Ma veniamo invece agli appuntamenti agonistici 2020. iniziamo con:

Marzo 7 e 8 con i oversupermaster dei Dinghy.

Aprile 26 il LXVI° Nastro Azzurro long distance di velocità già vinto due anni consecutivi dal barista del GodeteVela (tra l’altro).

Maggio 9 e 10 Internazionale Open Skiff, dal 14 al 17 un raduno Nacra15 per poi regatare il 30 e 31 con il Nazionale.

Giugno il 6 la prima della tre notturne del GodeteVela: Piena di Luna a seguire il 27 e 28 il LVII° Trofeo del Sebino.

Luglio dal 3 al 5 Match Race degli Ufetto 22 che poi il 18 e 19 si batteranno nel Nazionale mentre il 6 la seconda notturna GodeteVela: Luna Ripiena. Il 7 grande appuntamento con la Laserata valevole per il Trofeo GodeteVela.

Agosto il 2 terza prova notturna: Piero e la Luna. Poi il 15 la tradizionale TRE ISOLE e dal 28 al 30 il Team Race U19 Campionato Italiano

Ottobre 18 il Trofeo Bertuetti che chiude l’attività velica Montecolese.

Non mancheranno feste interne, nuovi gruppi musicali ad allietare le serate dei nostri concittadini.Una ricca stagione che inizia già “virale”. Aspettiamoci di tutto.

Demerito Ausilio

Share This
Facebook

Inizia alla grande la stagione agonistica ANS 2020

Pronti a posto VIA!

Riapre dopo la pausa invernale il circolo velico più famoso al mondo. L’ANS inizia con un botto, una grande adesione di velisti professionisti over age. La grande flotta dei Dinghy inaugura l’apertira dell’attività velica in una giornata di sole, di vento e di convivialità. Si risveglia anche il circolo minore del nostro Lago Migliore con l’invernale UFO 22. Il circolo Minore di Sarnico dopo la prima giornata di regata si ritrova nel nostro circolo per la cena di classe. La scelta della lovcation per la cena al circolo ANS è stata obbligata per l’assenza di posto di ristorazione presso il circolo di Sarnico dovuta all’ampliamento ulteriore dei bagni e spogliatoi del Circolo.

La giornata del sabato ha visto il Negus in forma spettacolare dovuta alla ferrea dieta che gli ha giovato la perdita di 2 etti e 7 grammi fissando alla prova del peso un tondo 115 kg eguagliando il peso dell’imbarcazione.Positiva la giornata di “Negri il Negus” che porta a casa tre prove su tre, tutti i salami (gadget della regata) e le quote di tutti gl’iscritti alla regata annullata di domenica. Ampio bottino per il campione che lascia il circolo ANS con il sorriso sulla bocca. La classifica attuale del Campionato autunno inverno Dinghy vede al momento in testa proprio lo scudiero nonchè finanziatore del Negus: Pellegrini alis Sorriso. Nell’invernale UFO 22 il nostro Presidentissimo ottiene un 1° un 2° ed un 3° posto.

Diversa inizia invece la domenica Montecolese. Il buon giorno lo da il Ministero della Sanità Montecolese che indice uno stato di allerta Corona Virus su tutto il territorio della Repubblica. Annullamento della regata Dinghy, allontanamento dei velisti filo-milanesi. Tutto il carrozzone Dinghy esce mestamente (tranna il Negus) dalle frontiere nostrane. Escono pure le nuove leggi di prevenzione e profilassi: proibite le riunioni sociali di più di due persone, vietato uscire n barca se non con singoli o windsurf, assembramenti in segreteria sono sconsigliati nonostante il clima rigido di profilassi nel locale amministrativo, vietato sussurrare nelle orecchie e starnutire in faccia agli antipatici, sospese le funzioni della parrocchia episcopale,evangelista, psicoprudenziale esacostale Montecolese dopo l’annuncio del suo vicario fondatore Don Bags,  obbligo della mascherina anche durante il carnevale che impazza tra le vie affollate della baja. Esonerati dall’uso della mascherina: il capo posaboe Treccani perchè non ne ha di bisogno ed il barista simpatico per inutilità della norma. Il Ministero della Sanità divulga un’opuscolo sulle norme di prevenzione al virus sottilineando che l’alcool e gli aperitivi, rallentano lo svilupparsi delle malattie e sono sicuro appoggio alla lotta degli anticorpi. La guardia della Repubblica sta pattugliando le acqua territoriali. Comunicazioni sugli sviluppi dell’epidemia nei prossimi giorni.

Share This
Facebook

LASERATA 2miladiciannove

Ottavo anno della Repubblica Indipendente di Montecolo

__________________________________________

Ottobre  2miladiciannove,

Il più magro degli Slands vince il Trofeo GodeteVela 2miladiciannove.

Domenica all’insegna della vela Montecolese, grande affluenza di barche, ben diciannove  Laser presenti nei capannoni della fiera Beretta, dieci pronti ad essere armati, cinque gli skipper presenti dei quali tre iscritti ed alla fine 2 i partecipanti. Comitato di giuria di livello per questo Sesto GodeteVela: Pico della Mirandola e Treccani ( 2 certezze ) che si fanno in quattro per dare il meglio alla regata.Treccani posa le boe con 2 calibri, Pico le accarezza con tre mariolini. 

Inizia così la prima delle 2 regate. Per il numero di presenze (2 giudici e 2 regatanti) si decide il bordo migliore a briscola. Vincono i giudici 2 a zero e si parte vicini alla barca giuria. Scatta Sland ( l’iscritto numero uno ) che prende il largo seguito da Girella (l’iscritto numero 2 ) a 2 lunghezze. Campo di regata esemplare, grazie ad uno dei 2 giudici, e perfetto controllo della situazione da parte dell’altra dei 2 giudici. Alla fine dei 2 giri di percorso una scuffia di Sland (causata da una raffica anomala di 2 nodi) potrebbe ribaltare la classifica ma non ne approfitta il Girella lasciando via libera alla vittoria dello smilzo degli Sland. Arrivano dopo 2 ore, il resto dei regatanti. 

Premiazione un po’ in sordina e per soli intimi all’interno di uno dei 2 migliori ristoranti di Montecolo. Consegna del trofeo perenne GodeteVela da parte di Demerito Ausilio (creatore di questa manifestazione), 2 strette di mano, un premio per il vincitore, 2 pacche sulla spalla per il 2° arrivato e tre fotografie magistralmente scattate dal Treccani in persona con una SbYashica CXtre UR2 a propulsione fotonica.

Grandi assenti: il precedente vincitore il Duca di Mirabella impegnato nei festeggiamenti per il trenta2simo anniversario del Ducato, il ministro del Turismo e goliardia della Repubblica Checcifò, il Presidentissimo Cosmico impegnato in presenze diplomatiche nella vicina Italia, il magnate delle ferrovie antico pretendente al titolo, e tutti gli altri, tanti.

Si chiude la stagione regate di GodeteVela. Dopo l’avvincente Trittico Notturno, vinto ricordiamo da Petite Blue della chiesa paragnostica di San Bags skipperata dal Professor Checcifò, e questa avvincente Laserata (regata per pochi, anzi per 2).

Un caro saluto agli amici della vela di Kuala Lampur  e all’amico Pelagra.

Sam PellegrinoShare This
Facebook

LA 3 ISOLE ALLA 66^ EDIZIONE

Ed eccoci ad uno degli ultimi e più importanti eventi velici della Repubblica nella stagione ESTATEBENEDENTRO 2019.

La 3 ISOLE, quest’anno dedicata alla memoria del pioniere della Repubblica Indipendente di Montecolo il Sen. Von Quaggiotti scomparso di recente ed ideatore di questa regata, l’ha vista per 65 volte dalla pilotina e quest’anno c’ha guardata dall’alto.

Ma passiamo alla regata.

Presenza record quest’anno per ricordare il nostro generale. 26 imbarcazioni presenti con qualche presenza  dal Circolo minore del Sebino Italiano (Harnec).

Dopo la cerimonia sacra e la benedizione Urbi et Surdis del patriarca, Suor Giorgio Bags, parte la tre isole alla grande con i bulbi. Già i tattici fanno il loro dovere: il tattico di Jack Sparrow (il tycoon delle Ferrovie Nord Europa) che sposta la boa per anticipare la partenza della flotta ma la lascia troppo tardi e passa per primo la linea di partenza facendo poi un 360 e facendo inaspettatamente bestemmiare lo skipper nei panni del commodoro Cacciaballevarie di Compagniabella. Agguerrita la sfida tra Jack Sparrow, senza il suo timoniere ed armatore: il Presidentissimo (attualmente in visita in Italia con il Ministro del Tesoro: Dario Abbece, la first lady ed un manipolo di tirapiedi), e quella del ministro stesso Abbece, charterizzata dal rampollo del Duca di Mirabella, il figlio del prete ed un ex australiano. Il primo, con un’equipaggio blasonato, il secondo no e qui si vede l’esperienza degli storici che lasciano il passo ai giovani aiutati dal Campione mondiale di scuffie: il comico Parapicchio che agevola le manovre del Duchetto ostacolando quelle del Commodoro. Parapicchio che esulta nella categoria derive con un terzo posto battendo proprio il Duca di Mirabella che richiede la prova dopping. Le condizione ottimali danno la vittoria al 49fx della figlia del rettore del conservatorio Montecolese che anticipa l’equipaggio delle sirene cecoslovacche ottime seconde e tolgono il successo all’asso 99 del circolo minore sebino timonate dallo scarso ByeBye.

Per la classifica veleggiata, il successo del cittadino montecolese Pino Sorriso che batte il Concessionario della Repubblica con famiglia. Ultimo nella categoria l’arciprete vescovile Don Giorgio Bags detto “il martire mormone” che sprovvisto del suo tattico Marinello Checcifò torna nelle sue abituali posizioni di classifica.

Si rivede sul podio dopo l’ultima volta come vice mondiale di Classe A: Mino (Presidente della anonima astemi) in coppia con il suo rampollo.

Presente anche il vincitore dell’ultimo Sgurankamon che fregandosene della leggenda trova come equipaggio: il figlio del nostro fondatore e 5 dita.

Finisce la regata ed iniziano i festeggiamenti per questo 15 agosto festa dell’Assunzione della sig.ra  Maria. Il ministro della propaganda Montecolese Demerito Ausilio ha dato il meglio di sé per attirare più gente possibile a questa manifestazione, tra libagioni e note musicali tramonta il sole sulla Repubblica che, in attesa di un’altro giorno di vacanze, si prepara a chiudere i battenti del Primo Festival Nazionale della Musica per Circolo Velico con il duo Cek & Habbott presso il PalaBaruzzi al gattile di Montecolo.

Per ora è tutto ci genuflettiamo al cospetto del Presidentissimo e del vicario capo

Un saluto alla Federazione Vela di MonteCampione ed all’amico Pellagra

Ciao al Trofeo sebino

Sam PellegrinoShare This
Facebook

I° COMUNICATO 2019

LA BARCA IN (FA’) ACQUA

La prima vera regata ufficiale della Repubblica Indipendente di Montecolo prende il via inaugurando la ricca stagione ESTATE FERMI COSI’ 2019 del Circolo velico piu’ blasonato del mondo.

Prima regata  senza sorprese ecclatanti. 

Serata di gala per alcuni equipaggi invitati a pernottare, vista la partenza all’albeggio, presso l’hotel Nico’s, il quattro stelle della baja Montecolina.

Dopo un cena sobria intorno al camino spento, come vuole la tridizione primaverile del Godetevela, il ristorante più famoso della Repubblica, due chiacchere e due canti di guerra repubblichini intorno al Varnelli, poi tutti si sono recati all’hotel Nico’s muniti di apparecchi anti vibrazione auricolare di marca Treccani, che chiude oggi la borsa a più 25 punti per l’incremento di vendite nelle ultime 3 ore.

Sveglia all’alba al suono dell’alza bandiera Montecolina. Provati i regatanti che pernottavano al Nico’s. tutti tranne Treccani, l’unico che reca un sorriso  onde siccome suole ornare eli si appresta oggi il di di festa di insulti il comitato ignaro ancora di esser senza panino alcuno.

Tutti pronti dopo la colazione tranne Memorino, il noto ufficiale di regata che si lascia a vaghi tristi ed esuli pensieri sul domani, suo incerto futuro, ed al travaglio usato arrivando in ritardo approssimativo di 45 minuti sulla prima ora.

Tutti fremono alle scotte, agli astronbugi da armare ed agli aridatoi usati ed assagando quanto più possibile, skipper e prodieri gridano sulla piazzuola in flotta e qua e la saltando fanno un lieto rumore che copre le preghiere del vespero precedente dell’ufficiale Tornino Farandola.

Gran ventone e onde dal metro in su panico serpeggiante e la più spessa da imbottigliare ma nulla fgermerà l’orda informe dei naviganti.

Iniziano i pronostici della regata e si fa avanti il noto velista Montecolino vincitore di un Trofeo GodeteVela Lin Testo che programma un rientro tra un oretta (di due ore fà) con il primato assoluto sotto braccio, perciò disdegna l’offerta del cestino approvigionamenti con sorpresa del bar Godetevela (unico locale aperto a quest’ora sulla piazza). Cestino che non disdegna il primario della clinica QUISISANA di Montecolo alta Dott GiuBeppe noto per la saggezza.

Dopo un complesso percorso studiato dal Farandola con il passaggio di 15 boe distribuite su tutti i laghi dell’arco alpino, si arriverà alla prima vera boa da scavalcare presso Lovere poi sul percorso di ritorno altre boe multicolori da passare a sinistra lasciandole a destra una si e una no iniziando dalla si in tempo limite di 15 secondi dopo il passaggio della  prima imbarcazione della regata prossima in lista   ( il 15 maggio) un percorso studiato dal team della nientepopodimenoche  Americas cup di Trikkys Farlok e Jemma Rappel la flotta arrivera’ sul traguardo e in seguito tutti al cinema per la presentazione delle classifiche, ormai appuntamento esclusivo di questa regata a dir poco senza sorprese.

Primi arrivati, i ritirati due Acerbi di nome e di fatto ed il rampollo del concessionario

ma vediamo un po’ di partecipanti:                                                                    Marinello Checcifò è stato visto timonare poggiando vistosamente il Joe Condor.  In barca l’armatore Rena col suo Quartino                                                   Il concessionario con famiglia, cuoco e dottore.                                               Hurley Burley con la tanica tedesca, il lavoratore indomito (già uomo libero) e orecchie basse Andrea                                                                                                   Ufetti di prestigio (come i giochi)                                                                                   Jack Sparrow senza Gerva ma con il lustra ottoni di turno e con la caldaia a paletta.                                                                                                                                       Era Ora con l’unica ragazza del circo                                                                    Quarenzo e gruppo ospiti: uno oriundo ed uno probabilmente di Sarnico.    il Duca di Mirabella alla sua prima uscita stagionale di nascosto dal dito.   Poi tanti italiani tra i quali Bagno schiuma VIDAL e qualche bergamasco.   Grande assente  il censore dei pali dell’anno il nuovo Musto del Circolo.

Vi aspettiamo tutti alla prossima regata….

……e non ridete.

PS sempre in attesa del Lin per il ritiro della scommessa.Share This
Facebook

CHI DI ROCK COLPISCE…..

Schermata 2016-01-04 alle 15.17.24

IL ROCK STA’ MORENDO

IMPROVVISA MORIA DI VARIE ROCK STAR,

LE CAUSE: ALCOOL, DROGA E IL 2016.

LUTTO NEL MONDO DELLA MUSICA CI LASCIA ANCHE PRINCE ANZI “THE FORMELY KNOW AS ALIVE”. CI SI DOMANDA COME STIANO. JOVANNOTTI E GIGI D’ALESSIO, AL FUNERALE DI PRINCE ANCHE 6 NANI ED UNA FANCIULLA FIABESCA UNA STREGA ED UNA MELA! ULTIMA NOTIZIA: LA CASA DI ALBANO E’ BRUCIATA MA DI PIU’ IL 2016 NON POTEVA PROPRIO FARE.

DOPO IL DUCA BIANCO E’ LA VOLTA DEL PRINCIPE NERO, THE FORMELY KNOW AS THE MINNEAPOLIS RAT.

LA STORIA DEI DECESSI ROCK E’ BEN RICCA, LA LISTA DELLE ROCKSTAR COLTE DISTRATTAMENTE DA MORTE FANTASIOSE E/O VIOLENTE E’ LUNGA, NUTRITA E POCHI HANNO VISTO LA VECCHIAIA. BHE! BOB DYLAN SI FARA’ DELLE DOMANDE!!!

MA DIAMO UN ‘OCCHIATA: OMICIDI: DA SAM COOKE NEL64 A JOHN LENNON NELL’80, DA MARVIN GAYE UCCISO DA SUO PADRE A PETER TOSH DA UN LADRO (LADRO SI, MA DI CHE COSA??), IL REGGEATTARO CARLTON BARRETT (WAILERS), UCCISO DALLA MOGLIE                             (E DALL’AMANTE DELLA MOGLIE)

INCIDENTI: BRIAN JONES (ROLLING) ANNEGAMENTO, STESSA SORTE PER IL PROFETA DEL SURF DENNIS WILSON DEI BEACH BOYS, MA PER CONFERMARE LA POCA DIMESTICHEZZA CON L’ACQUA, TROVIAMO ANCHE JEFF BUCKLEY CHE SPARISCE TRA LE ACQUE DEL MISSISSIPPI CHE TANTO LO AMO’.

ANCHE LE AUTO NON SONO STATE GRANDI AMICHE DEI ROCKETTARI: COZY POWELL DEI BLACK SABBATH, DER KOMMISSAR FALCO,

LA BELLISSIMA NICO DEI VELVET UNDERGROUND CI LASCIA IN BICICLETTA MENTRE IL METALLICO CLIFF BURTON IN AUTOBUS. IN AEREO JOHN DENVER, TRE COMPONENTI DEI LYNYRD SKYNYRD POI BUDDY HOLLYE E RICHIE VALENS SULLO STESSO AEREO, STEVE RAY VAUGHAN IN ELICOTTERO E AL POSTO DI ERIC CLAPTON, POI,

BEN SCOTT AC/DC E JIMIE HENDRIX INVESTITI DAL LORO VOMITO. ALCUNI NE HA FATTI ED ALTRI ANCORA NE FARA’ SUA MAESTA’ L’AIDS: THE QUEEN FREDDY, TOM FOGERTY, OFRA HAZA, RICKY WILSON. STRONCATI DA FATA MORFINA O EROINA O COCAINA: SLOVAK DEI RHCP, META’ GRUPPO DEI PRETENDERS E L’ALTRA META’ DEI RAMONES, SID VICIOUS, JANIS JOPLIN, JOHN BELUSHI, RORY GALLAGHER, DOMINO HARVEY, MARGAUX HEMINGWAY, HOWARD HUGHES, BHE CI METTO ANCHE MICHAEL JACKSON ANCHE SE ERA DI MEDICINALI, POI DINA WASHINGTON, IKE TURNER, (SI IL MARITO!!) E SID VICIOUS. NEL 2010 AMY WINEHOUSE PER ALCOOL COSI’ COME, STEVE CLARCK E BILL HALEY E CI METTIAMO WHITNEY HUSTON. MALATTIE FULMINANTI: BOB MARLEY ED UN CANCRO AL CERVELLO, BB KING MORTO NEL SONNO LO SCORSO ANNO EMULANDO JOHN LEE HOOKER PREMATURAMENTE A 83 ANNI, LEMMY QUEST’ANNO SAPUTO DI AVERE UN CANCRO IL 26 FEBBRAIO E MORTO IL 28. MA C’E’ CHI C’HA LASCIATO LE PENNE PER LE BOTTE: JACO PASTORIUS OPPURE APPESO AD UNA CORDA, COME IAN CURTIS DEI JOY DIVISION E MICHAEL HUTCHENCE DEGLI INXS E META DEI BADFINGER. MORI’ PER ULCERA GENE VINCENT (BE-BOP-A-LULA). FU CAUSA DI MORTE VIOLENTA ANCHE ESSERE TASTIERISTA DEI GRATEFUL DEAD: UNO PER EMORAGGIA, UNO PER OVERDOSE E UNO PER INCIDENTE D’AUTO. JIM MORRISON PARE SIA MORTO PER AVER ATTRAVERSATO LE PORTE DELLA PERCEZIONE SENZA APRIRLE, PER ALCUNI MORTO DUE O TRE VOLTE PER ALTRI ANCORA, MAI MORTO. COSI’ COME ELVIS PRESLEY CHE FU’ RAPITO DA UN NAVE SPAZIALE ALIENA.

ORA TUTTE LE ROCKSTAR SI STANNO ATTREZZANDO PER LASCIARE IL MONDO DEI VIVI IN UNA MANIERA ECCLATANTE ED ORIGINALE.

VOCI DI SALA DI REGISTRAZIONE DANNO PATTY SMITH COME COLEI CHE SEPPELLIRA’ TUTTI I RIMASTI.

CI SI DOMANDA PURE COM’E’ CHE LIGABUE NON ABBIA MAI NEMMENO UN’INFLUENZA

DEMERITO AUSILIOShare This
Facebook

IL 19 GIUGNO SI TERRA’ PRESSO IL CIRCOLO ANS DI SULZANO

LA PRIMA DELLE TRE VELEGGIATE NOTTURNE DEL 2016 ORGANIZZATE DA GODETEVELA

IMG_6347

“VELEGGIATA DEL PONTE”

QUESTO, OLTRE CHE VELISTICO, SARA’ UN CONVIVIALE RITROVO,

E’ IL PRIMO IMPORTANTE EVENTO IN CONCOMITANZA CON L’OPERA DI CHRISTO, PER NOI DI GODETEVELA SARA’ UN INCHINO ALL’ARTISTA CHE HA RESO FAMOSO IL NOSTRO LAGO IN TUTTO IL MONDO,

QUEST’ANNO E PER GLI ANNI A VENIRE!

MEDITATE GENTE MEDITATE

 Share This
Facebook